AppleZoo, il blog dedicato al mondo Apple, con tutte le news su iPhone, iPad, applicazioni, iPod, iTunes e Mac.

iOS 6: la nostra recensione-anteprima completa

Articolo
iOS 6: la nostra recensione-anteprima completa
Articoli collegati

Non sei uno sviluppatore ma vuoi iOS 6 in ANTEPRIMA ESCLUSIVA già da oggi? Abbiamo la guida che fa per te, clicca qui!
Steve Forstall, responsabile dello sviluppo software mobile, ha presentato ieri sera sul palco della WWDC iOS 6 facendo notare come, con oltre 365 milioni di dispositivi iOS venduti a partire da Marzo, il sistema operativo mobile di Apple stia andando estremamente bene sul mercato. L'ultima versione pubblica disponibile, iOS 5, è stata installata su oltre l'80% dei dispositivi disponibili. Rilasciato ad Ottobre 2011, iOS 5 ha avuto una percentuale di adozione altissima: oltre 140 milioni di utenti iMessage hanno usato il servizio generando quantità di traffico sensazionali. Persino Twitter da quando è stato integrato direttamente in iOS ha visto un incremento di crescita del 3X. E i numeri continuano e continuano dimostrando risultati ottimi.
Non si può negare che iOS 5 sia stato un successo per gli sviluppatori, le compagnie coinvolte, e anche gli utenti. iOS 6, di cui è stata data un'anteprima e rilasciata una versione per gli sviluppatori, è un aggiornamento molto importante che porta 200 nuove funzioni e porterà iOS in direzioni totalmente nuove.
A seguire una disamina completa del nuovo iOS, che sarà disponibile a partire da questo autunno.
Siri
L'assistente vocale di Apple, Siri, otterrà nuove funzionalità, supporto per più lingue (e paesi) e la compatibilità con iPad in iOS 6. Mantenendo la promessa fatta inizialmente Apple ha distribuito una lista dei paesi e di lingue in cui Siri funzionerà con iOS 6, e tra questi figura l'Italia. Per quanto riguarda invece iPad, Siri funzionerà esclusivamente su quello di terza generazione, con un'interfaccia estremamente simile a quella presente sul fratellino iPhone, con la differenza che verrà mostrata all'interno di un piccolo box che comparirà al di sopra del bottone Home.

Parlando invece di nuove funzioni, Siti ora potrà accedere ad una quantità maggiore di servizi web e potrà rispondere ad un numero maggiore di domande. Per prima cosa gli sport: Siri ora parla di baseball, basket, calcio e hockey senza problemi! Questa integrazione permette di domandare all'assistente vocale di controllare i punteggi della propria squadra preferita, piuttosto che il calendario di gioco o schede informative di tutti i giocatori di una data squadra.

E' tuttavia poco chiaro se la prima versione di iOS 6 supporterà tutte le squadre di ogni sport, in ogni paese "compatibile". Ad oggi Apple menziona solo il supporto alla MLB statunitense sul sito ufficiale.

Passando oltre troviamo le raccomandazioni per i ristoranti. E' stata infatti ottimizzata l'integrazione di Siri con Yelp: vengono ora visualizzate recensioni, fotografie, valutazioni e prezzi. E' possibile cercare ristoranti in base a dove ci si trova, ovviamente, ma anche filtrare le scelte per prezzo o possibilità di sedere all'esterno o una combinazione di vari fattori.

Con iOS 6 Siri potrà anche trovare film disponibili nei cinema vicini, partendo dalla localizzazione o l'orario di proiezione. Verrà aggiunta anche l'integrazione al portale web Rotten Tomatoes per visualizzare valutazioni e recensioni con un solo comando vocale; Siri caricherà anche informazioni aggiuntive e trailer insieme ad un sacco di altre utili informazioni.

Siri supporterà Facebook e Twitter, permettendo di postare direttamente o twittare con la voce senza necessità di avviare le applicazioni dedicate. Ma se proprio volete aprire le app, da adesso potrete dire a Siri di farlo, grazie alla nuova funzione...pertanto questo autunno lanciare Angry Birds o Tweetbot sarà semplice come pronunciarlo! Durante la conferenza non è stata fatta menzione di possibili API per Siri.
Facebook
Con iOS 5 è stato integrato Twitter e, come precedentemente supposto, iOS 6 godrà di integrazione nativa per Facebook. Con un singolo accesso, anche gli sviluppatori di terze parti saranno in grado di usare le credenziali di acesso al social network senza doversi basare su ulteriori moduli di login forzando magari l'utente a passare per Safari. Tramite un nuovo e ridisegnato sistema di condivisione ad icone, gli utenti di iOS 6 vedranno distinte opzioni per Twitter e Facebook; integrate in Foto, Mappe, Safari, Game Center e anche altre app native.
In termini di interfaccia grafica, la condivisione tramite Facebook richiama lo stile di quella con Twitter con un forte richiamo al tipico blu distintivo e controlli per la privacy aggiuntivi posti in basso a destra sul box di condivisione.

Le nuove API native di Facebook saranno aperte a tutti gli sviluppatori per usarle nelle loro app con iOS 6. Esattamente come accade per Twitter, anche Facebook avrà un pannello nelle impostazioni per controllare notifiche, alert, e preferenze per la privacy con app connesse a Facebook. Entrambi i due social, Facebook e Twitter, avranno separati bottoni nel centro notifiche per twittare e postare rapidamente, grazie al nuovo widget di condivisione.
Redesign degli Store

Per la prima volta in quattro anni, iOS 6 porterà con sè un completo rifacimento degli store integrati su iPhone, iPad e iPod touch. iTunes Store, App Store e iBook Store otterranno tutti una nuova estetica e nuove funzioni con il nuovo sistema operativo, aggiungendo un tocco di nero.

Anche le pagine dedicate a ciascuna applicazione subiranno un redesign con una nuova interfaccia a schede per muoversi tra i dettagli, le recensioni e le app correlate. La grande notizia qui è il supporto per i servizi di condivisione: sarà possibile premere mi piace tramite Facebook, e condividere sia tramite FB che Twitter direttamente da iOS. Infine, il nuovo menu di condivisione App Store vanterà di una funzione "copia link" per copiare l'URL negli appunti.

Con altri minori migliorati (lista categorie ridisegnate, bottone "Apri" per lanciare le app installate, nuove pagine sviluppatore) e nuove funzionalità come la cronologia iCloud (mantiene gli elementi visti in iTunes sincronizzati tra dispositivi), iOS 6 porterà importanti aggiornamenti sul fronte negozi virtuali di Apple.
Non Disturbare e applicazione Telefono

Nuovo pannello nelle impostazioni è quello dedicato alla funzione Non Disturbare, un nuovo metodo di controllo funzionante in tutto il sistema che, tramite un semplice interruttore On/Off, sopprimerà chiamate e notifiche in entrata. Ancora una volta, Non Disturbare era inizialmente previsto per Mountain Lion ed è stato migrato anche su iOS. Questa funzione sostanzialmente è un modo "elegante" per non venire stufati dalle applicazioni con notifiche e alerts vari (durante la notte magari), che verranno messi in coda fino al mattino.

Ci sono due modi per attivare la funzione Non Disturbare (ND). Il più semplice è tramite il pannello dedicato nelle impostazioni e, quando attivato, mostrerà l'icona di una luna nella barra in alto. Il secondo modo per abilitare ND è tramite la nuova opzione di programmazione che permetterà di godere di un dispositivo senza suoni ad orari specifici e ricorrenti. una volta impostati gli orari di quiete, le notifiche non verranno notificate (scusate il gioco di parole) e le chiamate verranno o meno filtrare sulla base di specifici parametri impostati.

Non subiva cambiamenti dal 2007, da quando Steve Jobs la lanciò la prima volta ed ora anche l'applicazione Telefono nativa subisce un piccolo rinnovamento e nuove potenti opzioni con iOS 6. Visivamente parlando, il tastierino numerico bianco e blu. La visione dei gruppi è stata leggermente variata e gli amici di Facebook ora sono insieme ai contatti iCloud nella rubrica indirizzi. Tuttavia sono le nuove funzioni chiamata quelle che gli utenti aspettano di più da iOS6.

Accade molto spesso: ricevete una chiamata proprio durante una riunione, non potete rispondere, ma ci state male per non aver risposto a quella persona. O peggio, una volte rifiutata la chiamata, ci si dimentica di richiamare. A partire da iOS 6 per aiutarvi ci saranno Rispondi e Ricordami più Tardi: se quando qualcuno chiama non è possibile rispondere, con uno swipe verso l'alto (lo stesso disponibile per aprire la fotocamera con il telefono bloccato) compare un menu che permette di inviare messaggi pre impostati o impostare un promemoria. Tre messaggi pre impostati possono essere configurati nelle impostazioni, ma c'è comunque un opzione per scriverne uno personalizzato.

Infine, grazie al lavoro congiunto con Non Disturbare, "Chiamate Ripetute" permetteranno alla seconda chiamata da una stessa persona nell'arco di tre minuti di passare attraverso i filtri (niente silenzioso o segreteria).
FaceTime
A partire da questo autunno, gli utenti di iOS con un piano dati decente potranno eseguire chiamate FaceTime su segnale 3G o 4G a seconda del dispositivo. iOS 6 porterà l'unificazione di numeri di telefono e Apple ID, così da permettere un'esperienza più coerente attraverso i dispositivi.
Safari

Il browser web di Apple, che rappresenta i 2/3 di tutto il traffico mobile web, otterrà alcuni interessanti aggiornamenti con iOS 6. Portando Safari al pari dei moderni browser per computer, gli utenti potranno finalmente caricare foto sui siti internet scegliendole dal rullino foto o scattandone una con la fotocamera. La lista di lettura ora funzionerà anche offline, salvando non solo i link ma le pagine complete per poter sempre accedere. Questa funzione sarà disponibile su iPhone 4 e successivi e iPad 2 e successivi.

Sincronizzate grazie ad iCloud sono anche le schede, precedentemente annunciato anche per Mountain Lion. Grazie a questa funzione sarà possibile mantenere un'esperienza di navigazione sincronizzata su tutti i dispositivi.

Ultimo, ma non per importanza, Safari su iOS 6 avrà il supporto alla modalità a tutto schermo quando ci si trova in landscape e i banner smart apps. Quest'ultima funzionalità permetterà agli sviluppatori di visualizzare un banner che punta ad App Store quando qualcuno visita il loro sito. Un lavoro che gli sviluppatori hanno eseguito manualmente per anni e che risulta interessante capire come risulterà con le API fornite da Apple .
Streaming Foto

L'archivio fotografico temporaneo di Apple ora vanterà del supporto di Stream Foto condivisi con amici, con tanto di commenti e notifiche. Nel nuovo Streaming Foto sarà possibile creare album condivisi, ricevere notifiche push e sincronizzazioni over the air. Si potranno anche commentare gli scatti dai dispositivi iOS; questa funzione sarà fruibile da iOS, iPhoto/Aperture, Apple TV e qualsiasi moderno browser.
Mail

Parzialmente ridisegnata, la nuova applicazione Mail di iOS 6 riempie una serie di "buchi" lasciati sin dal 2008. L'applicazione vanterà anzitutto del sistema "rilascia per aggiornare" per cercare nuovi messaggi all'interno di una casella semplicemente tramite uno swipe verso il basso. Questa implementazione del "rilascia per aggiornare" sarà disponibile tramite un API nativa per le table views in iOS 6 ed è veramente bella graficamente.

I cambiamenti estetistici non si fermano qui e continuano: sia su iPhone che su iPad due nuove caselle (Vip e Contrassegnati) coesisteranno in ogni singolo account, visualizzando messaggi da contatti importanti (VIP) o email contrassegnate (a mano, dall'utente). la lista VIP, sincronizzata con iCloud è un'altra funzione di Mountain Lion che è giunta sino ad iOS: inserendo qualcuno in questa lista non solo comparirà una stella accanto alle sue mail, ma verrà messo nella casella dedicata e una notifica verrà inviata. Queste funzioni saranno disponili solo su iPhone 4 o successivi e iPad 2 o successivi.

Altre migliorie per l'applicazione di posta constano nella firma differente per ciascun account (configurabile nelle impostazioni), nella possibilità di allegare video e immagini in maniera semplificata ad un nuovo messaggio (tenendo premuto nella finestra di composizione nuove messaggio, mediante copia/incolla) e la possibilità di aprire documenti di office protetti direttamente da iOS.
Passbook

Una nuova applicazione nativa in iOS 6, Passbook è stata la sorpresa del keynote 2012: la soluzione migliore e più semplice per avere tutti i biglietti in un posto (aerei, del cinema, codici sconto, carte fedeltà e molto di più) con una singola interfaccia appositamente disegnata per iOS 6. Passbook non crediamo avrà un particolare impiego in Italia...
Mappe

Probabilmente la più grande nuova funzione di iOS 6, Mappe è stata completamente ricostruita da zero usando una nuova cartografia per fornire nuove bellissime mappe e indicazioni stradali.

Apple ha abbandonato Google Maps su iOS in favore del servizio che fa uso dei dati di Apple stessa (e di altre terze parti , tra cui TomTom) per fornire mappe vettoriale con testo e grafiche chiare e nitide ad ogni risoluzione. L'interfaccia è chiara, nitida e risponde estremamente bene. L'interazione con Mappe è praticamente simile alla precedente ma l'applicazione è totalmente nuova.

E' sempre possibile farsi localizzare tramite un'icona e zoommare sulla location, accanto a questo bottone una nuova opzione 3D per vedere le mappe in 3 dimensioni di una data area. Questo è il frutto delle recenti acquisizioni di Apple per quanto riguarda aziende nel settore delle mappe 3d.

Un'altra interessante modalità aggiunta in mappe è la navigazione guidata. Spesso citata come una della maggiori caratteristiche di iOS, Apple ha mosso il primo passo nel settore della navigazione guidata: questa funzione si basa su dati TomTom, su Siri e un servizio di traffico live che Apple sta costruendo. Questa modalità supporterà modalità 2D e 3D, camera dinamica e traffico in tempo reale per calcolare i tempi di arrivo.

Google Maps è un servizio rinomato e conosciuto usato da milioni di utenti e aziende ogni giorno e la prima versione di Mappe mostrata da Apple sembra mancare di alcune vecchie funzionalità presenti su Google come Street View. Apple avrà tempo sino all'autunno per raccogliere feedback dagli sviluppatori e migliorarsi, ma è già chiaro che l'azienda vuol far diventare Mappe un importante servizio alla base dell'esperienza su iOS.
E altro...
iOS 6 porterà oltre 200 nuove funzioni, eccone alcune:
- Sfide Game Center
- Amici Game Center da Facebook
- Nuove funzioni per la Cina
- Nuovi controlli privacy
- Modalità "Perso": invia un numero di telefono per chiamare un dispositivo perso
- Sveglia con canzoni
- Trova i Miei Amici con alert localizzati
- App nei risultati di ricerca di Safri
- Miglioramenti HDR
- Nuova app orologio su iPad
- Vibrazioni personalizzate per altert

Come confermato da Apple, con iOS 6 cesserà il supporto per iPad originale e per l'iPod Touch di terza generazione, ma il 3GS continuerà ad essere aggiornato.
Pareri conclusivi
Come sempre con rilasci dedicati agli sviluppatori e beta è difficile dire l'impatto che iOS 6 ha. c'è tutta l'estate per aggiornare le applicazioni e trarre vantaggio di tutte le nuove API, mentre Apple rifinirà il nuovo sistema operativo ascoltando i preziosi feedback degli utenti.

Apple è concentrata a rifinire e migliorare iOS in ogni suo aspetto, aggiungendo importanti miglioramenti senza stravolgere drasticamente l'esperienza a cui siamo abituati. La home è ancora uguale, il multitasking anche, persino l'edicola è sempre una cartella. Siri ed icloud invece hanno ottenuto un sacco di nuove importanti funzioni per gli utenti di tutti i giorni.

Da quello che abbiamo potuto vedere, iOS 6 vuole potenziare quanto fatto con iOS 5 migliorandolo e perfezionandolo. Oramai Apple ha le risorse per curare due sistemi distinti e mantenerli aggiornati anche con cadenza annuale. Ci auguriamo che continui quindi su questa strada.

C'è ancora molto da discutere per quanto riguarda i mesi a venire..

- Il redesign di App Store porterà ancora altre funzioni e una ricerca avanzata, come chiesto da molti dev?
- Prima della versione definitiva i colori di sistema verranno cambiati nuovamente? Non a tutti è piaciuto il cambiamento per le barre in alto.
- Con il lancio di un nuovo iPhone probabilmente in Ottobre, vedremo ulteriori nuove caratteristiche aggiunte?
- Google rilascerà un app separata per le mappe?

Nuove funzioni sono state introdotte, alcuni desideri esauditi e molti altri verranno espressi dagli utenti nei prossimi mesi. Aspettando con ansi l'autunno 2012, una cosa appare ora piuttosto chiara: la versione 6.0 di iOS lo renderà ancora più solido e connesso.
Grazie a MacStories!

Offerte Nuovo, Aste e Usato

Cerca su Applezoo